Cibo e Benessere

Dolore cervicale: un rimedio tutto naturale

cuscino agopressione Mysa

Ci risiamo. La cervicale è tornata a farsi sentire. Sarà la stagione, sarà la mia rigidità posturale quando siedo per troppe ore davanti al pc, sarà che invecchio… ma ’sto dolore è davvero forte e invalidante. Mai provato? Parte dalle spalle, sale lungo il collo, gira sulla fronte, sosta sugli occhi, segnandoli orribilmente. Ok ai massaggi (sì ma quanti soldi ti partono?), ok alla ginnastica (ma son più le volte che la rimando durante la giornata e poi non se ne fa niente), ok alla concessione dell’antidolorifico (ed io ci vado giù pesante, anche se so che non è un rimedio e per di più talvolta non sortisce manco l’effetto desiderato)… Non posso andare avanti così. Quindi, un paio di giorni fa, ho tirato fuori dall’armadio quello che sembra essere rimedio e cura per questo e altre problematiche: il Termo-cuscino per agopressione.


Ricordavo di averlo eh! Ma l’ho acquistato la scorsa estate, al mare, quando si sa, le tensioni si allentano e i malanni ci abbandonano. Memore della sofferenza dell’inverno precedente, quando l’ho visto sul banco del rivenditore mi sono documentata. Non solo sul sito ufficiale, ma soprattutto navigando tra i vari forum per leggerne opinioni e recensioni. Mah. Pareva tanta roba. E me lo sono preso.


Vi spiego cos’è. Un cuscino rivestito di micro punte, con interno riscaldabile in pula di farro biologico. Niente aghi quindi, dai quali fuggo a gambe levate, ma punte di plastica che, “a contatto con la schiena, stimolano il sistema nervoso, che manda impulsi a livello spinale, fino al cervello, attivando la produzione di endorfina, l’ormone del benessere, e di ossitocina, l’ormone della serenità, con effetto analgesico e rilassante”, questo si legge nella brochure che l’accompagna. Beh io posso dirvi quello che ho sentito e provato sulla mia pelle: il fastidio iniziale non è indifferente ad esser sinceri. Le punte si sentono eccome. Ma tutto questo dura pochi minuti. Se si ha la capacità di rimanere immobili e allentare il respiro, la sensazione di rilassamento della zona si avverte davvero. L’azione combinata con il calore prodotto dal riscaldamento della pula fa si che il beneficio sia potenziato. Ma al momento l’ho provato solo a freddo. La durata di utilizzo è consigliata dai 20 ai 40 minuti: me ne son fatti bastare 20 questa prima volta ma solo perché non ho mai troppo tempo durante la giornata. Devo provarlo la sera, visto che come effetti c’è anche quello di conciliare il sonno. E comunque è possibile utilizzarlo anche sul divano, da seduti, in posizione comoda, appoggiandolo allo schienale. 

85b5c79c898c72af8ba16325ae34f0ee

Questo cuscino nasce in Russia qualche decennio fa ma la sua evoluzione è poi tutta svedese. In Svezia lo usano da anni ormai, in Italia è un prodotto nuovo ma gode già del dispositivo medico del Ministero della Salute. Il marchio è quello di Mysa, che ha in produzione una interessante linea di articoli legati all’agopressione, all’olistica e al benessere. Date un occhio al sito cliccando qui.

 

Stasera lo provo per la seconda volta. Mi ci applicherò con costanza. Prometto tutti i giorni, almeno 20 minuti. Poi tornerò a farvi sapere. Quel che è certo, con questo tipo di rimedi naturali, è che comunque vada non corri grossi rischi con le controindicazioni. Tanto vale provare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *